La risposta di Putin a Biden: “Specchio riflesso, chi lo dice…”

·1 minuto per la lettura
featured 1248052
featured 1248052

Milano, 18 mar. (askanews) – Pronto a parlargli o venerdì o lunedì, il presidente russo Vladimir Putin ha incaricato il ministero degli Esteri del suo Paese di organizzare una telefonata con il collega americano Joe Biden, dopo che quest’ultimo in un’intervista, ha risposto “sì” a un giornalista che gli chiedeva se pensasse che Putin fosse un assassino.

La Russia e gli Stati Uniti sono responsabili della stabilità strategica e, suggerisce Putin, i loro presidenti possono parlare di questo.

Ecco quale risposta pubblica ha dato inizialmente Putin:

“Che sia sano. Gli auguro la salute. Lo dico senza ironia, non per scherzo”.

Poi quanto le accuse di essere un assassino:

“Chi lo dice sa di esserlo. Non è solo un modo di dire da bambini o uno scherzo. C’è un profondo significato psicologico in questo. Vediamo sempre in un’altra persona le nostre qualità e pensiamo che sia uguale a noi”.