La rivendicazione dell'Isis-K: "Attentatore arrivato a 5 metri da forze Usa"

·1 minuto per la lettura
A Taliban fighter stands guard at the site of the August 26 twin suicide bombs, which killed scores of people including 13 US troops, at Kabul airport on August 27, 2021. (Photo by WAKIL KOHSAR / AFP) (Photo by WAKIL KOHSAR/AFP via Getty Images) (Photo: WAKIL KOHSAR via Getty Images)
A Taliban fighter stands guard at the site of the August 26 twin suicide bombs, which killed scores of people including 13 US troops, at Kabul airport on August 27, 2021. (Photo by WAKIL KOHSAR / AFP) (Photo by WAKIL KOHSAR/AFP via Getty Images) (Photo: WAKIL KOHSAR via Getty Images)

Amaq, l’organo di propaganda del sedicente Stato islamico, ha pubblicato sul web l’immagine di un uomo identificato come Abdul Rehman Al-Loghri, indicandolo come il “martire” che si è fatto saltare in aria nei pressi dell’aeroporto di Kabul. “Siamo riusciti a eludere la sicurezza imposta dalle truppe Usa e dalle milizie talebane a Kabul e ad arrivare a meno di 5 metri dalle truppe americane”, recita il testo dell’agenzia Amaq. “I talebani sono in combutta con gli Usa per far fuggire le spie”: l’Isis rivendica con questo messaggio gli attacchi di Kabul.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli