"La rivincita" su RaiPlay, la nuova povertà nella Puglia di oggi

Fla

Roma, 3 giu. (askanews) - E' una storia familiare che racconta la realtà difficile e complessa del nostro paese: la nuova povertà, le ingiustizie, i soprusi, ma anche la forza di lottare "La Rivincita" di Leo Muscato, che arriva il 4 giugno in esclusiva su RaiPlay. Il film girato in Puglia è basato sull'omonimo romanzo di Michele Santeramo e racconta le rocambolesche disavventure economiche e familiari di due fratelli, Vincenzo e Sabino, e delle loro mogli, Maja e Angela.

Come accade a tante famiglie, quei due fratelli hanno perso ogni diritto e anche il desiderio di un figlio diventa un lusso irraggiungibile. Una precarietà economica che incide profondamente sui loro legami affettivi, familiari e sulla loro dignità. Ma i protagonisti non si arrendono e lottano in cerca della loro personale rivincita. E l'ironia a volte aiuta a superare la disperazione. Per il regista "La Rivincita" è "un film dai toni prepotentemente realistici, senza scadere nella quotidianità - ha dichiarato - i nostri personaggi sono sempre in bilico fra realismo e paradosso, perché l'intento era descrivere un certo mondo che ci circonda, dandone un quadro fortemente evocativo e metaforico".

Il film, che era stato selezionato quest'anno per il Bari Film Festival, è girato in Puglia, a Martina Franca, e ha come protagonisti principali Michele Venitucci, Michele Cipriani, Deniz Ozdogan, Sara Putignano. Paolo Fresu accompagna il finale del film con il brano "No potho reposare", un canto d'amore della musica tradizionale sarda da lui interpretato e arrangiato.