La Roma aggancia il terzo posto, 3-1 al Torino

·1 minuto per la lettura

AGI - La Roma non sbaglia nel posticipo della 12 giornata di Serie A e batte il Torino 3-1. Decidono i gol di Mkhitaryan, Veretout e Pellegrini, che rendono vana la fiammata di Belotti. La squadra di Fonseca raggiunge la Juve al terzo posto a quota 24 punti, a quattro lunghezze di distanza dalla vetta del Milan. Resta ultima con il Crotone invece la squadra di Giampaolo, che non sembra riuscire ad uscire dall'incubo.

I granata iniziano senza timore provando subito a spaventare i padroni di casa con qualche iniziativa interessante, ma a ridosso del quarto d'ora la loro gara si mette in salita per l'espulsione di Singo, ammonito due volte in pochi minuti. I giallorossi iniziano così ad assediare l'area granata, trovando il vantaggio al 27' con il solito Mkhitaryan che risolve un batti e ribatti in area con un destro potente, deviato dal palo prima di terminare in rete.

La squadra di Fonseca ha il completo controllo del match e prima dell'intervallo trova anche il raddoppio: Belotti sbaglia un retropassaggio lanciando Dzeko verso la porta, Bremer lo sgambetta e causa un fallo da rigore, che Veretout prontamente trasforma nel 2-0.

Nella ripresa la Roma sembra poter trovare il tris da un momento all'altro, ma al 64' rischia sulla bordata mancina dalla distanza di Edera, che si stampa sulla traversa salvando Pau Lopez. Scampato il pericolo i giallorossi al 68' chiudono i conti: il neo entrato Borja Mayoral serve Pellegrini, bravo a controllare e piazzare il mancino sotto l'incrocio. Un pastrocchio difensivo dei padroni di casa, però, permette al Torino di riaprire parzialmente il match con la zampata di Belotti, ma non basta l'orgoglio alla squadra di Giampaolo.