La Roma prova a salvare una stagione di più ombre che luci

Stefano Bassi
·1 minuto per la lettura

AGI - Sarà una notte da lupi oggi all'Olimpico, la notte del ritorno dei quarti di Europa League. La Roma, dopo il pesante trionfo per 2-1 ad Amsterdam di giovedì scorso, sarà chiamata a difendere il prezioso vantaggio dalla voglia di rivalsa dell'Ajax.

Ai giallorossi basterebbe anche una sconfitta per 1-0, ma nulla è già deciso e le semifinali in palio sono da conquistare ancora con le unghie, i denti e il cuore.

Lo stesso cuore dimostrato alla Johan Cruijff Arena, che ha portato alla bella rimonta dopo il rigore parato da Pau Lopez nel momento più difficile del match. Servirà anche tanto carattere alla squadra di Fonseca, che fortunatamente ritroverà dall'inizio due pedine importantissime come Mkhitaryan e Karsdorp, assenti 7 giorni fa rispettivamente per infortunio e squalifica.

Per il resto sarà probabilmente la stessa formazione vista ad Amsterdam, con Calafiori che andrà a rimpiazzare ancora l'infortunato Spinazzola. Diawara e Veretout comanderanno la mediana, mentre Dzeko riprenderà posto in attacco a discapito di Mayoral. Per i lancieri Ten Hag opterà verosimilmente per lo stesso undici di settimana scorsa, ad eccezione dello squalificato Rensch che lascerà la corsia destra a Klaiber.

Ancora poche ore e scopriremo il destino europeo della Roma, unica rappresentante italiana ancora in corsa nelle competizioni continentali: all'orizzonte c'è la doppia semifinale con il Manchester United (vincente a Granada 2-0 nella sfida d'andata), ma serviranno altri 90 minuti gagliardi per centrare l'importante obiettivo. In un periodo un po' troppo altalenante in campionato, la Roma proverà ancora una volta a farsi bella in Europa.