La Russia sospende l'accordo sul grano e accusa l'Ucraina

Russia sospende accordo grano dopo attacchi sebastopoli
Russia sospende accordo grano dopo attacchi sebastopoli

La Russia ha sospeso “a tempo indeterminato” la sua partecipazione all’accordo sul grano siglato a luglio. Lo ha annunciato il ministero della Difesa, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Tass.

Russia sospende l’accordo sul grano

Dopo gli attacchi di oggi al porto di Sebastopoli in Crimea, la Russia ha sospeso la sua partecipazione all’accordo sul grano. Il ministero della Difesa russo – citato dall’agenzia russa Tass -ha reso noto che le navi attaccate “servivano a garantire la sicurezza del corridoio del grano, utilizzato per esportare prodotti agricoli dai porti ucraini”. Da qui, la scelta di sospendere l’accordo sul grano “a tempo indeterminato”.

L’accordo siglato lo scorso luglio

Siglato lo scorso luglio, l’accordo sul grano prevedeva la creazione di corridoi sicuri per contribuire alla consegna di milioni di tonnelate di grano ai mercati globale. Le conseguenze della sospensione della Russia dall’accordo potrebbe dunque avere conseguenze molto serie.

L’appello dell’Onu

“È fondamentale che tutte le parti si astengano da qualsiasi azione che possa mettere in pericolo l’iniziativa sul grano, che è uno sforzo umanitario fondamentale che sta chiaramente avendo un impatto positivo sull’accesso al cibo per milioni di persone in tutto il mondo”, ha affermato il portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric, citato dal Guardian.