La Sagrada Famìlia di Barcellona avrà presto le Torri degli apostoli

PROCIP / ROBERT HARDING PREMIUM / ROBERTHARDING VIA AFP

AGI - Luca e Marco si preparano a salire sul cielo di Barcellona. Dopo la solenne inaugurazione della Torre di Maria della Sagrada Familia di Bercellona, la chiesa iniziata da Antoni Gaudì il 19 marzo del 1882 e ancora in costruzione, il 2022 dovrebbe vedere la inaugurazione delle Torri degli Evangelisti Luca e Marco nel 2022. E nei prossimi giorni le sculture che raffigurano i due evangelisti saranno rese visibili a tutti.

In concomitanza con i festeggiamenti de La Mercè, la festa principale di Barcellona, le due opere potranno essere ammirate il 23 e 24 settembre dalle 16:00 alle 20:00 e il 25 settembre dalle 10:30 alle 14:30. La Sagrada Famìlia si sta preparando per questo evento annuale dove mostrerà al pubblico lo stato attuale dei lavori. In questa occasione, 15.000 persone potranno visitare gratuitamente la basilica e vedere in situ le sculture del tetramorfo che incoronerà due delle quattro torri degli evangelisti, la torre di Marco e la torre di Luca, e conoscere il loro processo di costruzione attraverso un audiovisivo.

Secondo la Commissione costruttrice della basilica "se la situazione evolverà positivamente". Inoltre, dovrebbero essere costruiti altri tre livelli della torre di Gesù Cristo. La Commissione costruttrice della Sagrada Familia ha anche reso pubblico il suo desiderio di completare la torre di Gesù Cristo nel 2026, fatto che "dipenderà dall'andamento delle visite", hanno assicurato dal tempio espiatorio.

Il 2022 sarà anche l'anno in cui inizieranno i lavori di conservazione e pulizia della facciata della Natività, a partire da due dei quattro terminali. Le torri degli evangelisti saranno alte 135 metri una volta completate. Saranno coronate da terminali alti circa 22,5 metri.

Il disegno delle torri è simile a quello dei campanili sulle facciate. I terminali degli evangelisti avranno tre parti diverse: in quella inferiore ci saranno gli scudi esagonali con le lodi Amen e Alleluia; più in alto si potra' vedere un icosaedro con il riflettore che illuminerà la Croce; e, in cima alla torre, ci sarà la corrispondente figura del tetramorfo con il libro e le ali, figure a cui l'iconografia cristiana ricorre da secoli per rappresentare gli evangelisti: un uomo o angelo, un leone, un bue e un'aquila.

Nell'insieme delle torri centrali, le quattro torri degli evangelisti circonderanno la torre di Gesù. Per identificare quale evangelista rappresenta ciascuna torre si utilizzano sculture con la figura del tetramorfo, con il libro e le ali; figure che l'iconografia, l'arte e l'architettura cristiane hanno utilizzato per secoli per rappresentare gli evangelisti. In questo senso la torre di Marco sarà coronata dalla scultura di un leone alato, simbolo di forza, coraggio e regalità e, nel caso della torre di Luca, sara' coronata dalla scultura di un toro alato, un pacato e umile animale da soma. Se le scadenze saranno rispettate, tre delle cinque torri centrali completate saranno visibili nel 2022.

Quella della Vergine, inaugurata lo scorso 8 dicembre, finora è l'unica completata. Dopo di queste rimarranno da innalzare le due torri degli evangelisti Matteo e Giovanni, la torre di Gesù Cristo e le quattro torri della facciata della Passione.