La Scala, Meyer: la “Magnifica Fabbrica” ci cambierà la vita

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 26 mag. (askanews) - "Ho lavorato in diversi grandi teatri del mondo è un progetto come questo non l'ho mai visto. È una grande fortuna per il Teatro alla Scala e per Milano" ed è un progetto "che ci cambierà la vita". Dominique Meyer, sovrintendente del Teatro alla Scala, ha commentato con queste parole il progetto vincitore del Concorso per la realizzazione dei nuovi laboratori del teatro milanese, che sorgeranno nel quartiere Rubattino del capoluogo lombardo.

E' un progetto "particolarmente bello perché coniuga l'efficienza, la bellezza, l'interesse a inserirsi nel tessuto della città e anche una caratteristica che per noi è molto importante che è la sostenibilità - ha osservato -. Inserirsi nella città per noi è importante, sapete che La Scala ha deciso di aprirsi a zone che non sono centrali. Naturalmente siamo felici di avere il nostro pubblico storico ma siamo dell'idea che anche il pubblico delle periferie deve avere accesso alla cultura e questo strumento ci permetterà di intensificare le visite e far vedere che le maestranze fanno un lavoro straordinario".

Tra i vantaggi della nuova sede, oltre alle razionalizzazione digitale del magazzino, una migliore efficienza energetica: "Quest'anno con crisi energetica la bolletta della Scala passerà probabilmente da 2 a 4 milioni. Perché il consumo energetico è enorme. Avere uno strumento che permetta dall'inizio di risparmiare questi costi per noi è fondamentale".

Riguardo i tempi per la conclusione dei lavori, "l'obiettivo è di completare tutto nell'ambito del suo mandato", ha concluso Meyer.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli