La scommessa di Tokayev che punta a restare presidente del Kazakistan

Cinque candidati sono al ballottaggio contro il presidente uscente Kassym-Jomart Tokayev che affronta le nuove elezioni in Kazakistan fiducioso ma preoccupato dalla sanguinosa esplosione di disordini all'inizio dell'anno.Tokayev, che ha evitato una grande esposizione mediatica, sembra sicuro di vincere un nuovo mandato contro sfidanti poco conosciuti nelle elezioni anticipate di domenica.

I complicati rapporti con la Russia

L'elezione per un nuovo mandato di sette anni arriva quando Tokayev ha preso provvedimenti volti a mantenere le distanze dall'alleato di lunga data, nonché potenza regionale dominante: la Russia. Astana non ha riconosciuto le regioni ucraine che la Russia ha dichiarato essere stati sovrani all'inizio del conflitto a febbraio. Peraltro il Kazakistan ha accolto centinaia di migliaia di russi fuggiti dopo che il presidente Vladimir Putin ha emesso un ordine di coscrizione nel mese di settembre. Tokayev era diventato presidente nel 2019 in seguito alle dimissioni del potentissimo Nursultan Nazarbayev. La capitale kazaka, Astana, era stata rinominata Nur-Sultan, in onore proprio del presidente Nazarbaev, nel 2019, dopo le sue dimissioni e il passaggio della presidenza a Kassym-Jomart Tokayev.