La sconvolgente testimonianza dell’uomo che abitava vicino alla defunta cercata dalla figlia

Donna trovata morta in casa dopo 2 mesi
Donna trovata morta in casa dopo 2 mesi

Donna trovata morta in casa dopo 2 mesi, il vicino: “Sentivo puzza ma pensavo fosse l’immondizia”. La Vita in Diretta riporta la sconvolgente testimonianza dell’uomo che ad Ancona abitava vicino alla defunta cercata dalla figlia che si era preoccupata dopo il terremoto nelle Marche. Ha detto l’uomo: “Sentivo una puzza sul pianerottolo ma pensavo provenisse dai cassonetti dell’immondizia”.

“Sentivo puzza ma pensavo fosse l’immondizia”

La 78enne era stata trovata morta nel suo appartamento ad Ancona mercoledì 9 novembre e purtroppo il suo cadavere era in avanzato stato di decomposizione. Il corpo era stato rinvenuto solo due mesi dopo il decesso da carabinieri e vigili del fuoco. La figlia della donna, che lavora altrove e che non aveva più rapporti con lei da tempo, si era preoccupata e dopo la scossa di terremoto a Fano aveva chiamato la madre. La donna però non rispondeva e sua figlia aveva allertato il 112.

“Ho chiamato il 115 che ha forzato l’ingresso”

Il vicino ha detto: “Mi sono avvicinato, sentivo bussare nessuno apriva e da lì ho chiamato i vigili del fuoco che sono entrati forzando la porta e hanno confermato che era deceduta”. A “La vita in diretta”, l’uomo ha spiegato di aver visto la donna per l’ultima volta a settembre. La vittima era  originaria di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno ma viveva ormai da anni sola ad Ancona.