La scuola non deve conoscere lo stato di vaccinazione degli studenti

·1 minuto per la lettura
Scuola
Scuola

Una nota del Ministero dell’Istruzione ha specificato che la scuola non deve conoscere lo stato di vaccinazione degli studenti over 12. La nota è arrivata dopo una serie di segnalazioni sulle domande inopportune dei docenti negli istituti.

Scuola, non è possibile conoscere lo stato di vaccinazione degli studenti: la nota

Il Ministero dell’Istruzione, con una nota, ha precisato che non è consentito conoscere lo stato di vaccinazione degli studenti over 12. L’intervento è stato necessario dopo una serie di segnalazioni riguardo le domande che i docenti facevano nelle classi. Il documento invita anche, nei confronti di coloro che devono esibire il Green Pass per accedere, “a limitarsi all’accertamento del mero possesso del certificato, senza poter conoscere la condizione alla base del rilascio dello stesso (vaccinazione, guarigione, esito negativo del tampone)“. La nota è stata inviata agli Uffici scolastici regionali dal Ministero dell’Istruzione, invitando ad “attenersi scrupolosamente alle disposizioni normative attualmente in vigore in materia“. Il riferimento è l’art. 1 del decreto legge 10 settembre 2021, n. 122 secondo cui “gli alunni sono esclusi dall’obbligo di esibizione della certificazione verde per accedere alle strutture scolastiche”.

Scuola, non è possibile conoscere lo stato di vaccinazione degli studenti: precisione sulle mascherine

Il Ministero ha sottolineato che non è accettata ogni iniziativa finalizzata all’acquisizione di informazioni relative allo stato vaccinale degli studenti, delle Istituzioni scolastiche e delle famiglie. Il Ministero è intervenuto anche sulla questione della deroga all’obbligo della mascherina nelle classe di vaccinati. “La deroga deve essere disciplinata da protocolli e linee guida adottati con ordinanza del Ministro della salute. In ogni caso, come sottolineato anche dal Garante, i provvedimenti attuativi della norma dovranno prevedere modalità operative che consentano di contemperare le esigenze sanitarie di prevenzione epidemiologica con il rispetto della libertà individuale in merito alla vaccinazione e il diritto alla protezione dei dati personali, escludendo, perciò, l’identificabilità degli studenti interessati” si legge.

Scuola, non è possibile conoscere lo stato di vaccinazione degli studenti: nessun effetto sui contagi

Roberto Battiston, docente di fisica all’Università di Trento e osservatore dell’evoluzione della pandemia in Italia, ha spiegato che la scuola non ha aumentato i contagi. “L’anno scorso di questi tempi venivamo da una estate dai numeri molto bassi, ma poi i nuovi infetti e Rt crebbero in modo rapidissimo dopo la riapertura delle scuole e delle attività produttive, portando a fine novembre il numero degli infetti attivi a quota 800mila. Quest’anno non sta accadendo niente di simile: siamo partiti, come detto, da numeri estivi più alti, ma da metà agosto siamo in continua decrescita, anche se negli ultimi giorni si osserva un leggero rallentamento” ha dichiarato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli