La Sec sta indagando sulle manovre di Musk su Twitter

Afp

AGI - La Sec (Securities and Exchange Commission), l'ente federale statunitense di vigilanza dei mercati di borsa, ha rivelato di aver cominciato dai primi di aprile a esaminare l'acquisto delle quote di Twitter da parte di Elon Musk, anche per valutare se il cofondatore di Tesla e SpaceX ha divulgato correttamente la sua partecipazione e le sue intenzioni verso la social media company.

La Sec - come riporta il New York Times - ha contattato Musk il 4 aprile scorso, quando l'imprenditore era appena diventato il maggiore azionista di Twitter con una partecipazione del 9,2% nella società. Musk aveva depositato un documento in cui indicava che non intedendeva perseguire il controllo di Twitter. Dieci giorni più tardi, il miliardario ha offerto 54,20 dollari per azione per acquistare il social network a titolo definitivo. Twitter ha poi accettato la vendita per circa 44 miliardi di dollari con una transazione che dovrebbe concludersi nei prossimi mesi.

La normativa richiede agli azionisti che acquistano piu' del 5% delle azioni di una societa' di rivelare la loro proprieta' entro 10 giorni dal raggiungimento di tale soglia. Nei documenti normativi, Musk ha affermato di aver superato questa quota il 14 marzo scorso, ma non ha reso pubblici i suoi acquisti fino al 4 aprile. (AGI)


Rob

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli