La seconda ondata di Coronavirus travolge la Francia, registrati 52.013 in un giorno

·2 minuto per la lettura
Francia, indice Rt Coronavirus supera 1
Francia, indice Rt Coronavirus supera 1

La seconda ondata di Covid in Francia si fa più grave di quanto ci si sarebbe potuto aspettare. Ogni giorno risulta superato il record di contagi. Nella giornata di domenica 25 ottobre è stata raggiunta la cifra di 52.013 casi in una sola giornata. I casi totali sono arrivati a quota 1.138.507, con un tasso di positività dei test al 17%.

Covid in Francia

Data la situazione, l’immunologo francese Jean-François Delfraissy, a capo del Comitato tecnico-scientifico, ha lanciato l’allarme. “Siamo in una situazione molto difficile o addirittura critica perché abbiamo un virus che circola molto velocemente – dice . Inoltre la stima dei casi giornalieri a livello nazionale “potrebbe essere il doppio rispetto ai 50mila casi, molta vicina ai 100mila casi al giorno: tra diagnosticati, non diagnosticati e gli asintomatici”.

Il presidente del Cts francese ha ammesso di “essere sorpreso dalla brutalità di quanto è accaduto negli ultimi 15 giorni“. Parigi, Marsiglia e molte delle grandi città hanno già diramato coprifuochi notturni. Ma, stando alle parole di Delfraissy, bisogna fare di più. Una è un coprifuoco “più massiccio sia negli orari che nell’estensione geografica”. “Penso che molti nostri concittadini non sono ancora consapevoli di quanto ci attende – ha concluso l’immunologo – . Posso capirlo, è qualcosa di molto difficile da accettare. Adesso dobbiamo avere una visione che non sia soltanto francese, ma europea. Cioè non è un problema di gestione in Francia o in questo o quell’altro Paese, ma che questa ondata sta invadendo l’insieme dell’Europa“.

Sulla questione si è fatto sentire anche il presidente francese Emmanuel Macron: “È troppo presto per dire se ricorreremo a lockdown locali. Valuteremo ogni settimana l’efficacia delle misure prese. Almeno fino a inizio dicembre, avremo tutto quello che è stato annunciato dal governo. Queste misure, di certo, posso dirvelo già oggi, non saranno ridotte. Forse saranno rafforzate se non sono sufficientemente efficaci“.