La sete del Delta moldavo: la siccità minaccia la sopravvivenza dell'area protetta

In alcuni tratti, sempre più estesi, il Delta del Danubio appare una distesa desertica.

Secondo gli esperti, nella Romania orientale, questo luogo spettacolare, che si trova a soli 25 chilometri da Iași, rischia di scomparire se non saranno adottate misure di tutela al più presto.
A causa della siccità, il livello dell'acqua è sceso di un metro.

L'area protetta fornisce cibo, nidificazione e condizioni di vita a diverse specie di uccelli migratori, di passaggio o stanziali ed è uno dei più importanti territori di nidificazione nel bacino rumeno del Prut.
Si tratta di un luogo di riposo durante la migrazione e per gli uccelli svernanti.

In quest'area sono state identificate più di 200 specie di uccelli, di cui 34 sono specie protette a livello europeo e 9 sono specie strettamente protette a livello globale.
Il sito, con una superficie di 18.990 ettari, appartiene al bacino medio del Prut.

Allo stesso tempo, nella contea di Neamt, situata nel nord della Romania, i problemi nel settore agricolo, inaspriti dalla carenza d'acqua, saranno identificati sulla base di un'ordinanza emessa dal prefetto.
Il monitoraggio sul campo inizierà l'11 luglio e sarà effettuato da commissioni appositamente costituite.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli