La settimana nel mondo - Asia -8-

Fth

Roma, 11 gen. (askanews) - Giappone-Libano/ I guai non sono finiti per Ghosn: divieto di lasciare il Libano Su di lui pende un mandato di cattura Interpol

Roma, 9 gen. (askanews) - Pur essendosi rifugiato in Libano, paese di cui è cittadino, l'ex numero uno dell'alleanza Nissan-Renault-Mitsubishi Carlos Ghosn non può ancora dirsi al sicuro. All'indomani dell'accorata conferenza stampa-fiume nella quale ha ribattuto punto su punto alle accuse giapponesi, quello che per Tokyo è un latitante evaso è stato interrogato per circa un'ora dalla procura libanese, che gli ha imposto il divieto di lasciare il territorio del Paese dei Cedri. Lo riferisce l'agenzia di stampa France Presse.

La convocazione di Ghosn, aveva spiegato ieri sera la procura di Beirut, è stata emessa per 'ascoltare la sua testimonianza in merito al mandato di cattura internazionale' trasmesso dall'Interpol su richiesta della giustizia giapponese e ricevuto la scorsa settimana dalla giustizia libanese.

(Segue)

Mos(Segue)