La settimana nel mondo - Medio Oriente e Africa -22-

Fth

Roma, 25 gen. (askanews) - Libia/ Libia, Tripoli condanna minacce di Haftar: ripresi voli a Mitiga Ieri il portavoce ha annunciato 'no-fly zone' sullo scalo

Roma, 23 gen. (askanews) - Il governo di accordo nazionale di Tripoli ha annunciato oggi la ripresa dei voli all'aeroporto Mitiga, attaccato ieri con sei razzi Grad dalle forze del generale Khalifa Haftar, condannando 'le minacce' arrivate ieri alla sicurezza dell'unico scalo funzionante della capitale libica.

In un comunicato, l'esecutivo guidato da Fayez al Sarraj ha ribadito l'impegno espresso domenica scorsa alla conferenza di Berlino per il rispetto del cessate il fuoco, bollando 'le minacce esplicite e pubbliche contro il traffico aereo e la sicurezza dell'aviazione civile un implicito crimine di guerra'. Ieri il portavoce di Haftar, Ahmed al-Mismari, ha dichiarato ad al Arabiya che 'la base aerea e l'aeroporto di Mitiga sono zone militari che non doveno essere usate da aviazione civile o militare', agiungendo che 'ogni movimento di aerei civili o militari costituirà una violazione del cessate il fuoco e verranno distrutti'. Mismari ha quindi annunciato l'attivazione di una 'no-fly zone' comprendente lo scalo di Tripoli.

Nel suo comunicato, oggi il governo di Tripoli ha sollecitato quindi l'intervento della comunità internazionale alla luce delle convenzioni sulla sicurezza dell'aviazione civile e degli aeroporti.(Segue)