La settimana nel mondo - Medio Oriente e Africa

Fth

Roma, 10 gen. (askanews) - Di seguito una selezione delle principali notizie della settimana dall'Africa e dai Paesi mediorientali.

Libia/ ##Libia, al-Sarraj ha incontrato a Bruxelles i vertici Ue Premier libico ha visto prima Michel e Borrell, poi Sassoli

Bruxelles, 8 gen. (askanews) - Il primo ministro libico Fayez al-Sarraj ha incontrato oggi pomeriggio a Bruxelles prima il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, e l'Alto rappresentante per la Politica estera e di Sicurezza comune dell'Ue, Josep Borrell, e successivamente il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli.

Secondo una nota del servizio stampa del Consiglio europeo, il presidente Michel 'ha espresso preoccupazione per le inquietanti escalation militari in Libia, e ha sottolineato che non esiste una soluzione militare alla crisi libica, e che solo un processo politico può portare verso la pace e la stabilità'.

I libici, continua la nota, 'dovrebbero avere un ruolo centrale nella definizione del proprio futuro. L'Unione europea intensificherà gli sforzi verso una soluzione pacifica e politica' e 'sostiene pienamente il processo di Berlino (in cui sono coinvolti i quattro maggiori paesi dell'Ue, ndr) e tutte le iniziative delle Nazioni Unite volte a trovare una soluzione politica complessiva alla crisi in Libia'.

Michel, riferisce ancora la nota, 'ha anche sollevato il tema del recente memorandum d'intesa Turchia-Libia sulla delimitazione delle giurisdizioni marittime nel Mar Mediterraneo', che secondo la posizione espressa dall'Unione europea 'viola i diritti sovrani dei paesi terzi, non è conforme alla Legge del Mare e non può produrre conseguenze legali per gli stessi Stati terzi'. (Segue)

Loc(Segue)