La settimana nel mondo - Russia ed ex Csi

Mgi

Roma, 26 ott. (askanews) - Di seguito una selezione delle principali notizie della settimana dalla Russia e dai Paesi dell'ex Csi.

Usa, Maria Butina sarà scarcerata e deportata in Russia Prima russa condannata per tentativo di influenza politica Usa

Roma, 25 ott. (askanews) - Maria Butina, la prima persona di nazionalità russa ad essere stata processata e condannata a 18 mesi negli Usa per aver tentato di influenzare la politica Usa durante la campagna presidenziale del 2016, sarà rilasciata dal carcere della Florida dove è detenuta da luglio e trasferita in Russia. Lo scrive la Bbc online. La donna è stata condannata a 18 mesi di reclusione di cui almeno 12 già scontati.

Butina, 30 anni, si era dichiarata colpevole per aver cospirato, insieme al fidanzato americano, il repubblicano Paul Erickson, per infiltrare la National Rifle Association, la potente lobby delle armi statunitense, e altri circoli conservatori Usa con l'obiettivo di influenzare la politica americana per conto del Cremlino.

Secondo funzionari russi la donna dovrebbe arrivare a Mosca domani. Butina verrà rilasciata dal carcere di Tallahassee e trasferita in un centro di migrazione nella città di Miami per essere deportata.

Il suo avvocato, Robert Driscoll, ha dichiarato alla Bbc di aver ricevuto poche informazioni sulla sua liberazione.

Driscoll ha spiegato che due agenti statunitensi la scorteranno fino a quando non si imbarcherà per la sua ultima tappa del suo viaggio per Mosca.

Secondo i suoi profili sui social media, Butina è nata nella città siberiana meridionale di Barnaul nel 1988 e ha studiato scienze politiche all'università.

Il caso Butina è stato gestito separatamente dalle indagini del procuratore speciale Robert Mueller sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016. (Segue)