La sfida Covid-free della Sorrento Coast e turismo made in Italy

·1 minuto per la lettura
featured 1423329
featured 1423329

Sorrento, 9 lug. (askanews) – Estate in totale sicurezza, rilancio del turismo in Italia, tra mare cristallino e trekking in montagna. La penisola sorrentina è un giusto compromesso tra panorami mozzafiato, tuffi e lusso, con uno sguardo alle Isole di Capri e di Ischia, considerate covid-free. Un’ottima alternativa per valorizzare il territorio italiano e rilanciare il turismo made in Italy.

Questi turisti sono soddisfatti della scelta: “Siamo amanti della nostra nazione, dell’Italia. La stiamo girando in lungo e largo, quando possiamo”, dice questo turista marchigiano. “E’ uno dei territori più belli del mondo – afferma questa coppia toscana – la cosa che manca è far vedere anche quelle cose scontate. Fino a due anni fa eravamo abituati a viaggiare all’estero. Il covid ci ha aiutato a riscoprire il nostro territorio”.

“L’attenzione è alta e siamo speranzosi, anche con i vaccini…speriamo bene. Io sono ottimista”, conclude questo turista siciliano.

Conosciuta come la Terra delle Sirene, la Penisola Sorrentina offre scorci interessanti, cibi gustosi grazie ai numerosi ristoranti presenti, tra i quali quello dello chef stellato Giuseppe Aversa, con un legame anche a Sophia Loren, che proprio a Sorrento ha girato il film “Pane, amore e…”.

I vicoletti, il centro città, la cattedrale, i valloni. Ma soprattutto l’acqua cristallina, con la splendida baia dei Bagni Regina Giovanna, più conosciuta come Villa Pollio Felice.

Tra gli alberghi di lusso della Penisola, svetta il Mediterraneo, che si trova in uno dei punti più spettacolari della costa, nel comune di Sant’Agnello e che proprio quest’anno ha conquistato la quinta stella.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli