La Sicilia rischia di finire in lockdown da lunedì

·1 minuto per la lettura
Sicilia rischio zona rossa
Sicilia rischio zona rossa

La Sicilia rischia di diventare zona rossa a partire da lunedì 19 aprile. Dopo il caso di Palermo, finita in lockdown insieme a tutti i comuni della provincia, l’intera regione rischia di dover inasprire le misure anti contagio a causa di un aumento di casi e ricoveri.

Sicilia a rischio zona rossa

Nell’ultima settimana sono infatti incrementati i dati sulle ospedalizzazioni sia nel capoluogo che negli altri ospedali della regione. Dal Civico hanno infatti fatto sapere che “Sono arrivate undici ambulanze, moltissime pensando che un mese fa se ne vedevano al massimo due“. I pazienti iniziano ad essere troppi e i medici hanno cominciato a disporre i primi trasferimenti dei soggetti meno grav a Marsala e a Petralia Sottana. Anche al Cervello crescono gli acessi, tanto che al Pronto Soccorso si è passati da una trentina a una cinquantina di ingressi giornalieri.

Lo statistico Giuseppe Natoli, data manager al Civico, ha confermato la criticità della situazione: “Abbiamo moltissimi ricoverati, moltissime ambulanze, oserei dire che ci troviamo all’inizio di una terza ondata, la proiezione è di essere rossi anche a maggio“.

Nell’attesa del monitoraggio dell’ISS che verrà pubblicato venerdì, le prime indiscrezioni parlano di un indice di contagio superiore a 1.25 e di una valutazione del rischio da medio ad alto. Anche se l’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti non avrebbe superato quota 250, ci sarebbero già i presupposti per dichiarare l’intera Sicilia zona rossa fino al 3 maggio.