La sindrome di Guillain Barré tra gli effetti secondari molto rari di AstraZeneca

·1 minuto per la lettura

AGI - L'Agenzia europea del farmaco (Ema) ha inserito la sindrome di Guillain-Barré, rara malattia neurologica, come effetto "molto raro" del vaccino anti-Covid di AstraZeneca. Al 31 luglio, ha riferito l'Ema, sono stati segnalati 833 casi della sidrome neurologica, con oltre 592 milioni di dosi somministrate del siero anglo-svedese.

"Una relazione causale con la sindrome di Guillain-Barré è considerata come una possibilità ragionevole", ha spiegato il comitato di valutazione dei rischi in materia di farmacovigilanza.

L'indicazione dovrà essere aggiunta nelle informazioni sul prodotto "come effetto secondario" con una categoria di apparizione "molto rara", una persona su 10 mila.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli