La situazione è di nuovo in peggioramento e le autorità di Pechino intervengono sulle zone industriali

Nuovi lockdown in Cina
Nuovi lockdown in Cina

Sul fronte della situazione Covid nel mondo in Cina milioni di persone tornano in lockdown per nuovi focolai  con il nuovo peggioramento per il quale le autorità di Pechino intervengono sulle zone industriali. I nuovi contagi stanno colpendo le città industriali come Dalian, Shenzhen, Guangzhou, Chengdu e Shijiazhuang.

In Cina milioni di persone tornano in lockdown

In particolare nella zona del Liaoning e nella città di Dalian i provvedimenti hanno riguardato quasi la la metà dei suoi 6 milioni di residenti. Il lockdown deciso durerà  per 5 giorni. E nelle altre città? A Shenzhen, nella provincia di Guangdong, sono stati chiusi 4 distretti con circa 9 milioni di residenti. Tutti costoro non potranno uscire dalla zona. E non è finita: Repubblica spiega che “a Guangzhou, capoluogo del Guangdong vicino a Hong Kong, sono stati rilevati martedì 5 contagi trasmessi localmente, sufficienti per cordonare alcune aree di un distretto fino a sabato”.

“Zero casi” e grande stretta per 41 città

Insomma, la politica dello “zero casi Covid” viene ancora perseguita ed applicata con estrema meticolosità da Pechino, che ha anche posticipato l’apertura e la ripresa delle lezioni in asili nido, scuole primarie, medie e superiori. Autobus e metropolitana fanno corse ridotte e da aprile, mese dell’ultima serie di lockdown mirati, ci sono 41 città, responsabili del 32% del Pil cinese, sottoposte a restrizioni severe contro il coronavirus.