La situazione in Cina sta peggiorando

·2 minuto per la lettura
Cina
Cina

In Cina è di nuovo boom di contagi da Covid. A Nanchino è scoppiato un focolaio, considerato il peggiore dopo quello di Wuhan. Si tratta di un cluster che si è sviluppato tra il personale delle pulizie dell’aeroporto di Nanchino, con 200 casi di positività alla variante Delta.

Cina, boom di contagi: il focolaio più esteso dai tempi di Wuhan

In Cina si è sviluppato un focolaio più esteso da quello dei tempi di Wuhan. Lo hanno riportato i media locali, che hanno riferito di una situazione preoccupante che si sta verificando a Nanchino, capoluogo della provincia orientale di Jiangsu, a circa 300 chilometri da Shanghai. Secondo le autorità sanitarie locali, sono circa 200 le persone che si sono infettate da quando il virus è stato riscontrato per la prima volta nell’affollato aeroporto della città. Questo è il luogo in cui è scoppiato il cluster tra il personale delle pulizie. I voli saranno sospesi fino all’11 agosto, come riportato dal Global Times. Hanno deciso di imporre un semi-lockdown e quasi tutte le attività commerciali e sociali sono state sospese. I quartieri considerati ad alto rischio sono stati transennati e i taxi non possono lasciare la città.

Cina, boom di contagi: un possibile secondo cluster

Per fermare l’avanzata del Covid, i 9,3 milioni di cittadini verranno sottoposti a test di massa. Le nuove infezioni sembrano essere tutte collegate alla variante Delta e il virus è già arrivato in almeno 13 città, tra cui Chengdu e Pechino. La preoccupazione per un secondo possibile cluster sta crescendo. Sarebbe collegato ad uno spettacolo che si è tenuto nel parco nazionale di Zhangjiajie, nella provincia di Hunan. Tra casi nella città di Dalian, provincia di Liaoning, sono passati proprio dall’aeroporto di Nanchino, prima di recarsi a Zhangjiajie.

Cina, boom di contagi: le condizioni dei positivi e i vaccini

I funzionari locali a Nanchino hanno dichiarato che sette contagiati sono in condizioni critiche. Il nuovo picco di casi ha portato alcune persone sui social network cinesi ad insinuare il fatto che i vaccini cinesi non stiano funzionando contro la variante Delta. Al momento, in realtà, non sanno ancora se le persone risultate positive al tampone siano state vaccinate oppure no. Secondo i dati diffusi dalla Commissione nazionale per la Sanità, nel Paese ci sono stati 49 nuovi contagi in 24 ore, che hanno portato il numero totale di casi a 177. La diffusione del virus, nonostante i numeri contenuti, sta suscitando allarme tra i leader del Paese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli