La situazione in Grecia

·2 minuto per la lettura
Green Pass
Green Pass

In Grecia per entrare in molti spazi chiusi bisogna esibire il Green pass. Da ieri il lasciapassare è consentito solo alle persone vaccinate o guarite.

Covid, in Grecia spazi chiusi vietati ai no vax: aperti solo a vaccinati e guariti

Da diverse settimane in Grecia, per accedere a molti luoghi al chiuso, serve mostrare il Green pass. Da ieri, però, il certificato verde viene concesso solo alle persone che si sono vaccinate o che sono guarite dal Covid da meno di sei mesi. Le persone non vaccinate restano fuori, indipendentemente dall’esito di un tampone. L’unica eccezione riguarda i bambini dai 4 ai 17 anni, che possono esibire un test negativo effettuato nelle 24 ore precedenti. Il provvedimento, in vigore fino al 6 dicebre, impone anche le mascherine nei luoghi di lavoro, con orari di apertura scaglionati per il settore pubblico e privato. Queste restrizioni sono arrivate dopo che l’occupazione in terapia intensiva ha superato la soglia del 90%. Si tratta di un mini lockdown per non vaccinati.

Covid, in Grecia spazi chiusi vietati ai no vax: “I vaccinati non richiedono lo stesso livello di protezione”

In Grecia un terzo della popolazione e un quarto degli adulti rimangono non vaccinati. Il governo ha subito escluso un nuovo blocco generale, ma Thanos Plevris, ministro della Sanità, ha spiegato che le restrizioni sono “misure di protezione” e non punizioni e saranno rivalutate tra due settimane. “Sono i nostri concittadini non vaccinati che si stanno ammalando gravemente, vengono ricoverati nei reparti di terapia intensiva e stanno morendo” ha spiegato ai microfoni di Antenna Tv. “I vaccinati non richiedono lo stesso livello di protezione” ha aggiunto.

Covid, in Grecia spazi chiusi vietati ai no vax: il governo cerca di potenziare la campagna vaccinale

Il Governo sta cercando di potenziare la campagna vaccinale, soprattutto per riuscire a convincere le persone più anziane, che sembrano essere quelle più convinte a non vaccinarsi. Gli over 60 che non hanno ancora effettuato nessuna dose continuano a non cedere. L’aumento in corso nella richiesta della prima dose arriva in modo particolare dai più giovani.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli