La situazione nel Regno Unito è preoccupante

·2 minuto per la lettura
Johnson
Johnson

La situazione Covid nel Regno Unito è molto preoccupante e il governo potrebbe pensare ad un piano B. L’ipotesi del pass vaccinale. I segnali arrivano dall’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, che stanno già consultando le amministrazioni locali.

Covid nel Regno Unito, possibile piano B: situazione preoccupante

Il Regno Unito, da settimane, sta affrontando una nuova impennata di contagi e decessi, che non sta rallentando. Il governo sta pensando ad un eventuale piano B, con nuove restrizioni e misure anti-contagio, come il pass vaccinale. In realtà, l’esecutivo guidato da Boris Johnson è un po’ restio a rimettere delle restrizioni e non vuole sentir parlare di lockdown. I consiglieri sanitari, però, sono tutti d’accordo nello spingere verso misure più restrittive in vista dell’inverno e dei numeri troppo alti. La pressione dei consiglieri sanitari potrebbe far decidere al governo di valutare un piano B, senza escludere a priori l’obbligo di pass in alcuni luoghi.

Covid nel Regno Unito, possibile piano B: “Il piano invernale”

Stanno arrivando dei segnali dalla Uk Health Security Agency, l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito, che sta già consultando le amministrazioni locali per chiedere un parere su un possibile “piano invernale“. Si tratta di un progetto di intervento per far fronte alla pressione dei ricoveri con l’arrivo della stagione invernale. In una nota contrassegnata come “ufficiale e sensibile” l’agenzia ha affermato di volere le opinioni degli amministrazioni locali urgentemente, da fornire all’ufficio di gabinetto. “Si tratta di un’inversione di tendenza” si legge nella missiva resa nota dal Guardian.

Il piano B consiste nell’introduzione di nuove misure restrittive, come l’obbligo di pass vaccinale nei luoghi ad alto rischio o anche l’uso di mascherine in alcuni ambienti. Anche se il ministero dice che sono ancora disponibili migliaia di posti letto, in alcune regioni i medici hanno avvertito di essere stati costretti ad annullare alcune operazioni chirurgiche non urgente per via della carenza del personale, impegnato con i pazienti Covid. “Non mancato posti e letti fisici, c’è mancanza di personale per poter gestire quei letti” hanno spiegato.

Covid nel Regno Unito, possibile piano B: la campagna vaccinale

Londra spera ancora di accelerare la campagna vaccinale, per annullare il bisogno di ulteriori misure restrittive. “Stiamo monitorando da vicino tutti i dati e il primo ministro è stato chiaro dicendo che non ci sono segni che indicano come necessario il piano B ma siamo pronti a intervenire per evitare un aumento dei ricoveri che eserciterebbe una pressione insostenibile sul Servizio sanitario” ha dichiarato un portavoce del Governo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli