La situazione sarebbe analoga in molte farmacia della città di Napoli

·1 minuto per la lettura
ospedale del mare finito ossigeno
ospedale del mare finito ossigeno

I numeri del covid in Campania continuano ad essere molto alti, andando a gravare notevolmente sul settore sanitario locale. L’ultimo appello in tal senso arriva dalla Farmacia dell’Ospedale del Mare, uno dei nosocomi più grandi di Napoli, che oggi, 4 novembre alle 15:47 comunica che, sia nelle loro giacenze che in tutto l’ospedale, sono finite le bombole d’ossigeno.

L’Ospedale del Mare sulle bombole d’ossigeno

“Allo stato attuale – si legge nella nota – non abbiamo più giacenza in farmacia e in tutto l’ospedale di bombole d’ossigeno. Si chiede di dare immediato riscontro sui tempi di consegna”. “Si evidenzia – prosegue la nota – che alle ore 14.50 non risulta pervenuta alcuna dotazione di bombole di ossigeno presso la farmacia dell’Ospedale del Mare. L’ultima consegna risulta essere stata alle ore 5 del mattino per una quantità di 30 bombole”.

Una mancanza quanto mai determinante nel pieno di una pandemia contraddistinta da una malattia che nei pazienti sintomatici riduce la saturazione dell’ossigeno nel sangue. La carenza di bombole di O2, secondo quanto riportato da Fanpage, sarebbe inoltre riscontrabile anche in molte altre farmacia della città di Napoli e della provincia. Dagli stessi farmacisti si sarebbe poi appreso che questa carenza sia dovuta anche “in parte alla mancanza dei contenitori derivata dalla mancata restituzione, da parte dei pazienti, di quelli vacanti”. In tale ottica si è espressa anche la Federfarma di Napoli, invitando i pazienti a restituire le bombole d’ossigeno vuote per poter permettere una migliore gestione dell’emergenza e tutelare la salute di tutti i cittadini.