La "smemorata" che si crede Julia Roberts rompe il silenzio

·1 minuto per la lettura
Julia Roberts (REUTERS/Stefan Wermuth)
Julia Roberts (REUTERS/Stefan Wermuth)

Sta iniziando a recuperare la memoria la donna che a luglio era arrivata al pronto soccorso di Vigevano, in provincia di Pavia, credendo di essere Julia Roberts.

La "smemorata di Vigevano", così come è stata definita, era stata portata all'ospedale quasi tre mesi fa dopo che era stata trovata ubriaca alla stazione di Mortara. La donna tra i 40 e i 50 anni, diceva di non ricordarsi nulla della sua vita, ma era sicura di chiamarsi come l'attrice di "Pretty Woman".

GUARDA ANCHE: Paris Hilton e il trauma infantile: «Nessuno sa davvero chi sono»

Dopo essere stata dimessa, aveva trascorso un periodo nella sala d’aspetto dell’ospedale, accudita dal personale sanitario e dai parenti di altri degenti. Poi è stata ricoverata in psichiatria a Pavia, dove pare stia recuperando la memoria.

GUARDA ANCHE: Michelle Obama e Julia Roberts insieme per la parità di genere

Secondo quanto riportato dalla “Provincia pavese” la donna, la cui identità è ancora un mistero, avrebbe cominciato a rispondere alle domande della polizia. La “smemorata” potrebbe aver subito un trauma molto serio che l'ha portata a perdere la cognizione della propria identità. Secondo gli agenti, si tratterebbe di una straniera: sebbene parli bene l'italiano, ha mantenuto un accento che tradirebbe delle origini dell'est Europa.

GUARDA ANCHE: Prima di morire negò aggressione: la verità in un video

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli