La società canadese opera in partnership con la statunitense Glaxo

·1 minuto per la lettura
Al via la fase 3 per il vaccino “vegetale” Medicago
Al via la fase 3 per il vaccino “vegetale” Medicago

Al via la fase 3 per il vaccino “vegetale” Medicago con l’arruolamento per la sperimentazione di terzo step di una new entry fra i candidati vaccini contro il Covid-19. A metterlo a punto ci stanno pensando la società biofarmaceutica canadese Medicago e GlaxoSmithKline. E le due aziende hanno annunciato la fase 3 con una nota. La sperimentazione riguarda il candidato vaccino Covid-19 di origine vegetale di Medicago combinato con l’adiuvante pandemico di Gsk.

30mila tester per il vaccino Medicago

Le autorità regolatorie sulle ricerche canadesi e quelle statunitensi hanno ovviamente dato disco verde alla sperimentazione. Si partirà con 30.000 soggetti inizialmente composti da adulti sani (18-65 anni). Poi seguiranno adulti anziani (dai 65 anni in su) e adulti con comorbilità. Teatro della sperimentazione 10 paesi selezionati. Takashi Nagao, Ceo e presidente di Medicago, non ha nascosto la sua soddisfazione: “Siamo lieti di compiere il passo significativo dell’avvio della sperimentazione clinica di fase 3 in siti di tutto il mondo. Questo ci porta un passo avanti verso la fornitura di un nuovo importante vaccino Covid-19. Poi nel contributo alla lotta globale contro la pandemia insieme al nostro partner Gsk”.

Breuer (Glaxo): risultati entro l’anno

E Thomas Breuer, Chief medical officer, Gsk Vaccines, ha voluto aggiungere: “Questo avanzamento verso i test clinici di fase avanzata rafforza ulteriormente la nostra fiducia. Fiducia nel potenziale del candidato vaccino adiuvato di fare la differenza nella lotta continua contro Covid-19. Non vediamo l’ora di condividere i risultati in corso d’anno”.