La solidarietà della Cgil al titolare dopo che un mezzo in cantiere è stato incendiato da ignoti

I mezzi distrutti dalle fiamme
I mezzi distrutti dalle fiamme

Malavita sfacciata in Calabria ed intimidazione mafiosa ad un’azienda del  Vibonese: mezzi a fuoco. In queste ore arriva la solidarietà della Cgil al titolare dopo che un mezzo in cantiere è stato incendiato da ignoti. Ecco la nota di Cgil e la Fillea dell’Area Vasta Catanzaro – Crotone – Vibo Valentia: i sindacati “esprimono la propria vicinanza alla Cooper Pro Ro Edilizia di Rombiolo vittima, secondo quanto emergerebbe dai primi rilievi effettuati, di un attentato incendiario ai danni di un mezzo in uso in un cantiere edile a San Calogero, nel Vibonese”.

Intimidazione mafiosa e mezzi a fuoco

Poi la nota dei sindacati auspica “che le autorità competenti e le forze dell’ordine facciano rapidamente chiarezza sull’accaduto, è stato doveroso portare personalmente un segno di vicinanza e di incondizionata solidarietà alla cooperativa, ai suoi soci ed alle maestranze, visitando il cantiere che ospitava il mezzo meccanico colpito dalle fiamme”.

“Fatti che minano la serenità dei lavoratori”

E poi “certi che sapranno superare questo momento di difficoltà e seguiranno ad operare con rinnovata determinazione per il loro fondamentale scopo sociale e mutualistico”. E in chiosa: “Quando episodi del genere intervengono in maniera violenta nella quotidianità del lavoro, a farne le spese è la serenità dei lavoratori e delle lavoratrici, a tutti i livelli”.