La Spagna chiude i locali notturni: è picco di casi fra i giovani

·2 minuto per la lettura
Barcellona (Photo by Thiago Prudencio/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)
Barcellona (Photo by Thiago Prudencio/SOPA Images/LightRocket via Getty Images)

È picco di contagi da Covid-19 fra i più giovani in Spagna, tanto che le autorità della Catalogna hanno deciso di chiudere i locali notturni a partire dal secondo weekend di luglio, per evitare che il virus si diffonda ulteriormente. Nuova stretta anche nella regione settentrionale di Navarra, dove dal 7 luglio i locali notturni devono serrare i battenti non oltre l'una del mattino. Ma anche nella Comunità Valenciana, a Murcia e nei Paesi Baschi sarà possibile l'applicazione di nuove restrizioni.

Secondo gli ultimi dati del governo, l'incidenza dei casi registrati per la fascia d'età compresa fra i 20 e i 29 anni nelle scorse due settimane è passata in Spagna da quasi 450 ogni 100.000 abitanti a 640. Discorso simile per la fascia 12-19 anni, per i quali l'incidenza attuale è arrivata a toccare i a 584 casi ogni 100.000 abitanti. Questo perché, nel Paese, la maggior parte degli over 40 è già vaccinata, mentre i rischi maggiori sono proprio per i più giovani, che ancora non sono stati immunizzati. 

VIDEO - Covid, i risultati del concerto esperimento a Barcellona

“La situazione epidemiologica in Catalogna è estremamente complicata”, ha fatto sapere la portavoce del governo regionale, Patrícia Plaja, aggiungendo che “i contagi crescono ad un ritmo esponenziale di molto superiore a quello che possiamo permetterci”. 

Plaja ha quindi chiesto alla popolazione di indossare sempre la mascherina, sia al chiuso sia all'aperto, e ha ricordato che, in occasione di eventi con più di 500 persone, sarà obbligatorio presentare il risultato negativo di un tampone rapido o molecolare o un certificato che attesti l'avvenuto completamento del ciclo vaccinale. 

VIDEO - Milano come Barcellona, il test Covid in discoteca

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli