La Spagna offre un suo porto sicuro alla nave Open Arms ferma a Lampedusa

Il premier spagnolo ad interim, Pedro Sanchez, ha offerto il porto iberico di Algeciras per lo sbarco della nave Open Arms, ancora ferma davanti a Lampedusa con 107 migranti a bordo. Lo rende noto un comunicato del governo nel quale si spiega che la decisione di Madrid è stata dettata dalla situazione di emergenza a bordo, dove si trovano ancora 107 migranti, dopo due settimane di navigazione.

"L'inconcepibile risposta delle autorità italiane, e in particolare del suo ministro dell'Interno, Matteo Salvini, di chiudere tutti i suoi porti e le difficoltà manifestate da altri paesi del Mediterraneo centrale, hanno portato la Spagna ad assumersi nuovamente la guidare della risposta alla crisi umanitaria", ha affermato, in un comunicato, il premier spagnolo Pedro Sanchez.

Immediata la replica di Salvini, attraverso Twitter. "Malati immaginari, minorenni immaginari, emergenze sanitarie immaginarie... La ONG #OpenArms e i suoi complici stanno raggiungendo il massimo del ridicolo, gli Italiani sono buoni ma non fessi". Per poi aggiungere: "La Spagna apre i porti ai migranti dell'Ong Open Arms. Bene! Chi la dura la vince".