La Spagna trasla la salma di Franco, si chiude un’epoca

La Spagna trasla la salma di Franco, si chiude un’epoca

Madrid, 24 ott. (askanews) – La salma del dittatore spagnolo Francisco Franco è stata esumata dal mausoleo dove si trovava dalla morte, avvenuta 44 anni fa. Una traslazione avvenuta alla presenza della famiglia, dopo anni di polemiche. Franco giaceva infatti nel sacrario Valle de los Caìdos, luogo di riposo delle vittime della guerra civile che diede origine alla dittatura nel 1938.

I familiari del dittatore, che si erano opposti fermamente all’esumazione, hanno scelto di conservare il corpo nella bara originale utilizzata nella sepoltura del 1975, pur danneggiata. La salma è stata quindi trasportata via elicottero verso il cimitero di El Pardo-Mingorrubio, alle porte di Madrid, dove Franco sarà sepolto a fianco della moglie Carmen Polo.

Presente anche la ministra della giustizia Dolores Delgado che ha certificato l’operazione.

Da Madrid, esprime la sua soddisfazione il premier socialista Pedro Sanchez che si è battuto politicamente e in giustizia per questo momento. “Oggi la Spagna rispetta se stessa” ha detto.

“Quando il mausoleo tornerà ad aprire le porte, sarà un luogo diverso, perchè ora tutti coloro che vi riposano sono vittime”.