La storia della chitarra di Prince Midnight

·2 minuto per la lettura
chitarra con ossa dello zio
chitarra con ossa dello zio

Un uomo americano ha voluto far realizzare una chitarra elettrica estremamente “originale”, costruita con le ossa dello zio – appassionato musicista – morto da circa vent’anni.

Costruisce una chitarra con le ossa dello zio

Il chitarrista noto con lo pseudonimo di Prince Midnight, residente a Tampa, in Florida, negli Stati Uniti d’America, ha deciso di commissionare una chitarra elettrica molto speciale, fatta con le ossa del compianto zio. L’uomo è deceduto nel 1996, in Grecia, dopo essere rimasto coinvolto in un violento incidente stradale mentre si trovava a bordo della sua moto.

La chitarra elettrica è stata battezzata “Skelecaster”, per omaggiare il famoso modello Telecaster prodotto dalla Fender.

La decisione di Prince Midnight e il ricordo dello zio

A proposito della singolare vicenda, Prince Midnight ha raccontato tramite i suoi account social le dinamiche dalle quali è scaturita la sua richiesta di realizzare un simile strumento: «Lo scheletro apparteneva al mio amato zio Filip. Dopo 20 anni dalla sua morte, è finito in un cimitero e la mia famiglia ha dovuto pagare l’affitto del loculo».

In questo contesto, quindi, il musicista americano ha richiesto il trasferimento delle spoglie del familiare dalla Grecia alla Florida, in modo tale da rendere possibile la fabbricazione della suggestiva chitarra elettrica.

La cassa toracica dello zio è stata riadattata per creare la cassa dello strumento a corde mentre l’alloggiamento del jack è stato ricavato nell’osso dell’anca del defunto.

Prince Midnight ha voluto, così, rendere omaggio all’uomo che gli ha trasmetto la passione per la musica. Con un post pubblicato su Facebook, infatti, ha dichiarato: «Come molti di voi sanno, mio zio Filip era un metallaro e mi ha molto influenzato durante la crescita. Da quando ho fatto rimpatriare i suoi resti, ho riflettuto a lungo per decidere cosa farne e, alla fine, ho scelto di trasformare lo zio Filip nella prima chitarra elettrica fatta con uno scheletro umano. In questo modo, continuerà a fare shredding per sempre».