La storia di tre cittadini cubani dopo il naufragio della loro barca

·1 minuto per la lettura
Sopravvissuti oltre un mese su isola deserta della Bahamas
Sopravvissuti oltre un mese su isola deserta della Bahamas

Dispersi per oltre un mese e salvati dalla Guardia Costiera statunitense dopo un semplice controllo. Si è conclusa per fortuna nel migliore dei modi la disavventura di tre cittadini cubani, naufragati su un’isola deserta.

Le immagini

La vicenda è accaduta su una piccola sia della Bahamas che si trova tra Cuba e la Florida. Anguilla Cay è il luogo in cui una donna e due uomini sono stati avvistati e recuperati. I tre hanno cercato in tutti i modi di attirare l’attenzione e alla fine ci sono riusciti. Secondo il racconto dei sopravvissuti si trovavano a bordo di una barca che, improvvisamente, si è capovolta a causa del mare mosso. “Abbiamo mangiato soltanto cocco per 33 giorni – commentano – non è stato per niente facile. Dopo il naufragio abbiamo raggiunto a nuoto l’isola per evitare di annegare”.

Disavventura alle Bahamas

Le operazioni di salvataggio non sono state semplici a causa dell’assenza di un luogo in cui atterrare con l’elicottero. Non si conoscono al momento ulteriori dettagli sulla destinazione finale: potrebbe trattarsi di semplici appassionati del mare, ma anche pescatori o persone dirette verso gli Stati Uniti (magari in fuga da Cuba).

La stessa situazione è accaduta ad altre tre persone in Indonesia. C’è anche chi ha scelto qualche tempo fa di fare questo tipo di esperienza estrema.