La stretta dell'Austria, "lockdown" per i no vax

·1 minuto per la lettura

AGI - Decisa stretta da parte del governo austriaco a seguito dell'esplosione dei contagi da Covid-19 che ieri sono stati ben 9.388 con le terapie intensive che si stanno rapidamente occupando. Il cancelliere Alexander Schallenberg (OeVP) al termine di un incontro con i governatori dei Laender ha annunciato le misure che entreranno in vigore già da lunedì.

“Fatevi vaccinare, la pandemia può essere sconfitta solo con la vaccinazione – ha detto il cancelliere durante la conferenza stampa –. I Laender se vorranno potranno restringere le  misure”.

Il nuovo piano di emergenza che si basa sulla ‘regola delle 2-G' ammetterà solo persone vaccinate (geimpft) o guarite (genesen) in tutta la ristorazione, negli alberghi, per i servizi riguardanti la cura della persona (parrucchiere, estetiste, barbieri e centri massaggi), in tutti gli eventi con 25 o più persone mentre la possibilità del tampone, anche quello antigenico, è consentita per recarsi sul posto di lavoro.

Il certificano vaccinale, ‘Green pass' con doppia dose, durerà 9 mesi e non più 12.

Nelle prime quattro settimane dall'entrata in vigore della regola, se una persona si farà vaccinare con la prima dose e poi presenterà un tampone molecolare (Pcr) negativo potrà accedere nelle aree ‘riservate' ai vaccinati o guariti.

Nei negozi e nei musei tornerà obbligatoria la mascherina Ffp2. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli