La stretta di mano di Draghi col "dittatore" Erdogan, bilaterale nel pomeriggio

ROME, ITALY - OCTOBER 30: Turkish President Recep Tayyip Erdogan (R) is welcomed by Italian Prime Minister Mario Draghi (L) within the G20 Leaders' Summit at Roma Convention Center La Nuvola in Rome, Italy on October 30, 2021. (Photo by Aytac Unal/Anadolu Agency via Getty Images) (Photo: Anadolu Agency via Getty Images)
ROME, ITALY - OCTOBER 30: Turkish President Recep Tayyip Erdogan (R) is welcomed by Italian Prime Minister Mario Draghi (L) within the G20 Leaders' Summit at Roma Convention Center La Nuvola in Rome, Italy on October 30, 2021. (Photo by Aytac Unal/Anadolu Agency via Getty Images) (Photo: Anadolu Agency via Getty Images)

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è arrivato alla Nuvola per il vertice del G20 dove è stato accolto dal presidente Mario Draghi. Si è trattato della prima stretta di mano tra i due leader dopo le tensioni seguite alle dichiarazioni di Draghi, che nello scorso aprile definì il presidente turco “un dittatore”. Tra i due c’era stato solo un colloquio telefonico dopo le tensioni.

Alle 14 è previsto un bilaterale fra Draghi ed Erdogan. Libia e Afghanistan i temi chiave, con particolare rilevanza sul tema del migranti.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli