La suocera picchia con un bastone e lascia senza cibo la nuora: condannata

Violenza
Violenza

Una vicenda assurda è accaduta a Mantova, dove una donna di 65 anni picchiava e maltrattava di continuo la nuora. La vittima era sempre a digiuno e veniva percossa alla testa con un bastone.

La suocera chiude in casa la nuora: condannata a 2 anni e 6 mesi

Il tribunale di Mantova ha condannato a 2 anni e 6 mesi la suocera della donna maltrattata. Coinvolto anche il 42enne Davide Leasi, che però è stato assolto in quanto il fatto non sussiste e l’uomo, oltre a non essere complice dei maltrattamenti ai danni della vittima, non ne era nemmeno a conoscenza di questi. Nonostante ciò il pm aveva comunque chiesto 3 anni di reclusione per l’uomo.

I maltrattamenti e la testimonianza della vittima

Come si apprende da Fanpage, la vittima era picchiata con un bastone alla testa, era chiusa a chiave in casa, veniva obbligata a lavare i pavimenti e lasciata senza cibo tanto da doverlo trovare nei cassonetti dell’immondizia. Ai danni fisici si sono sommati anche i danni psicologici, che hanno costretto la donna a vivere con il terrore. Sebbene la vittima fosse sottoposta a tutto ciò, lo scorso ottobre 2021, in tribunale, decise di difendere la suocera e il marito lasciando tutti a bocca aperta. La sua testimonianza però non ha impedito di emettere la sentenza nei confronti della nuora.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli