La svolta ad opera della polizia che ha analizzato i fotogrammi estratti da un video del fatto

Svolta possibile nell'aggressione sessuale ad una studentessa
Svolta possibile nell'aggressione sessuale ad una studentessa

Per l’orribile vicenda della studentessa aggredita a Torino a fine ottobre è stato fermato un minore, con la svolta ad opera della polizia che ha analizzato i fotogrammi estratti da un video del fatto. L’aggressione si era verificata nella notte tra il 29 e il 30 ottobre scorso ai danni di una studentessa. La vittima era ospite di una residenza universitaria torinese.

Studentessa aggredita, fermato un minore

Dopo una serie di verifiche, come spiega AdnKronos, gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Torino “hanno fermato il presunto aggressore, un minorenne, indiziato per violenza sessuale”. Secondo una presunzione di reato che nelle prime ore di oggi, sabato 12 novembre, è stata messa in rubrica giudiziaria,  il minorenne è stato individuato dopo controlli precisi. Su cosa? Sui fotogrammi estratti dai filmati degli apparati di videosorveglianza, acquisiti ed esaminati dagli investigatori nei giorni scorsi. La denuncia della vittima aveva fatto partire le indagini notturne condotte “a ritmo serrato dagli agenti di Polizia e i riscontri investigativi e le risultanze di natura scientifica”.

“Solido quadro indiziario a suo carico”

La Polizia scientifica avrebbe imbastito un “solido quadro indiziario, in virtù del quale è stata adottata la misura precautelare”. Una nota spiega che “il procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, che ha assunto la titolarità delle indagini ha espresso vivo apprezzamento per l’importante risultato investigativo, frutto del lavoro corale, professionale e coordinato delle varie articolazioni della Polizia di Stato interessate”.