La tempesta tropicale Imelda colpisce il Texas: gravi inondazioni

inondazioni texas

La tempesta tropicale Imelda ha colpito il Texas. Si è indebolita ed è divenuta un sistema post-tropicale. A causa delle abbondanti precipitazioni, ha provocato gravi inondazioni. La situazione è simile a quella creata dall’uragano Harvey nel 2017 nel sud dello Stato.

Imelda arriva in Texas

Due anni dopo essere stato colpito dall’uragano Harvey, il Texas deve fare i conti con un fenomeno simile. Lo Stato ha subito i danni della tempesta tropicale Imelda. Secondo l’analisi radar, oltre 900mm di pioggia sono caduti in soli tre giorni. I quantitativi totali più alti sono stati a Port Arthur, che ha toccato 1101mm. Imelda è stata favorita anche dall’aria calda e umida continuamente portata su dal Golfo del Messico che alimenta i temporali. Insieme alla pioggia, ci sono stati anche tornado sotto le supercelle più intense.

I danni della tempesta

Le inondazioni hanno reso impossibile la circolazione in molte località. Galveston è la città che ha subito i maggiori danni. A Winnie, l’acqua è arrivata dentro le case e le aziende e ha obbligato all’evacuazione del Riceland Hospital. L’Ufficio dello sceriffo della contea di Chambers ha detto che sono stati utilizzati veicoli e idroscivolanti per effettuare gli interventi di soccorso, che sono stati più di 300. Le vittime riportate per ora sono due: la prima, nella contea di Jefferson, è annegata mentre tentava di mettere al sicuro un cavallo, invece la seconda, nella contea di Harris, si trovava in un veicolo che è stato sommerso dall’acqua. Il Governatore Greg Abbott ha ammesso lo stato di emergenza in 13 contee. Le piogge hanno causato molti blackout, lasciando oltre 700.000 persone senza elettricità. Al George Bush Intercontinental Airport non sono arrivati voli il 19 settembre.