##La teoria dell'albero e del bosco: il metodo-Giappone anti-COVID -3-

Mos

Roma, 11 giu. (askanews) - Invece il successo nipponico nella lotta al COVID-19 pare sempre pi da addebitare a due caratteristiche: la tempestivit e l'esperienza. A favorire Tokyo, d'altronde, stato anche il fatto che il Giappone si trovato ad affrontare, in precedenza, la H1N1 nel 2009 e ancor prima la SARS nel 2002 e quindi ad aver gi messo a punto una serie di procedure che si sono dimostrate utili in questa prima met di 2020.

Era il giorno di San Valentino, il 14 febbraio, quando - mentre i 'department store' di Tokyo erano pieni di folla che si affrettava ad acquistare il tradizionale cioccolato - il primo ministro Shinzo Abe annunciava: 'Ho deciso di rafforzare la strategia di prevenzione (del coronavirus), dando incarico a un comitato di specialisti'. Due giorni dopo una dozzina di massimi esperti delle universit nipponiche in materia facevano la loro prima riunione. Va anche detto che questo comitato era stato persino anticipato da alcune prefetture, un delle quali aveva gi formato il suo comitato di esperti il 29 gennaio. Una risposta, insomma, il pi possibile tempstiva. (Segue)