La terra trema al Mugello, persone in strada

HuffPost
Hp

Sono numerose le persone che stanotte sono uscite di casa nel Mugello in seguito alla serie di scosse di terremoto, l’ultima delle quali di magnitudo 4.5.
Tanti quelli che si sono sistemati in auto, visto che sta piovendo.
Dai vigili del fuco si spiega che sono in corso verifiche dopo alcune richieste di sopralluogo per caduta di calcinacci.


Tante le chiamate ai pompieri. La scossa di magnitudo 4.5 è stata nettamente avvertita anche a Firenze città e a Pistoia.  “Abbiamo circa 70 persone fuori casa ma il numero, ci dicono, è destinato ad aumentare”, ha spiegato Dario Nardella, sindaco della Città metropolitana di Firenze,  prima di partire per andare proprio a Barberino del Mugello per un sopralluogo nel comune dove si sono registrati i maggiori danni, con il municipio dichiarato inagibile dai vigili del fuoco. Inagibile l’edificio del Comune.

“I vigili del fuoco hanno dichiarato Inagibile l’intero edificio del municipio di Barberino di Mugello, che, a quanto pare, è il comune che ha subito più danni” dalla scossa di terremoto di stanotte”, ha spiegato ancora il sindaco. La situazione però, assicura, ”è assolutamente sotto controllo: lo sciame sismico si continua a sentire ma è fisiologico”.


Certo, spiega, 4.5 Di magnitudo è “una scossa significativa”, per il territorio. La cosa importante, aggiunge, ”è che ci sia prudenza e cautela: quindi se ci sono danni” alle abitazioni “aspettare che siano state fatte le verifiche dei vigili o dal personale della regione”. Detto questo, “fin dalla scossa delle 4.37 C’è stata subito la reazione di tutte le unità di pronto intervento. A Firenze, prosegue, “non ci sono segnalazioni di danni a scuole, uffici o edifici privati, ma continueremo a controllare”.

Una parte del centro storico di Barberino del Mugello dichiarata zona rossa dai vigili del fuoco dopo la scossa di terremoto, Barberino del Mugello (Firenze), 9 dicembre 2019.

 

Il Comune di Borgo San Lorenzo ha deciso che oggi resteranno chiuse le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido. Intanto Filippo Carlà Campa, sindaco di Vicchio, altro Comune del Mugello, in un post su...

Continua a leggere su HuffPost