La tragedia si è consumata all’interno di un grosso capannone che la vittima stava ispezionando

·2 minuto per la lettura
Incidente mortale in un capannone
Incidente mortale in un capannone

Incidente mortale sul lavoro nel Napoletano, cade una plafoniera che uccide un 60enne che stava ispezionando un capannone. La tragedia, l’ennesima che vede come protagonisti i capannoni e le situazioni legate al mondo del lavoro, si è consumata a Grumo Nevano, un comune di poco meno di 20mila abitanti nella città metrpolitana di Napoli, secondo quanto riporta Cronache della Campania. Ed anche questo ennesimo incidente sul lavoro ha avuto un esito mortale, oltre che dinamiche surreali.

Cade una plafoniera e uccide un 60enne che ispezionava il capannone per conto del fratello

Secondo una ricostruzione dei media mutuata a sua volta dalle prime informazioni degli operanti a morire sarebbe stato il 60enne G.D.B., che si trovava nell’area per un preciso scopo. L’uomo infatti stava ispezionando quel capannone maledetto perché era stato acquistato poco prima dal fratello per un utilizzo produttivo. La tragedia si è consumata in pochi e fatali attimi di spazio tempo: ad un certo punto infatti una pesante plafoniera di tipo industriale, di quelle oblunghe e sorrette da quattro catene infisse nel soffitto, si sarebbe staccata dallo stesso ed è rovinata addosso al malcapitato.

Cade una plafoniera e un pezzo di vetro recide l’arteria brachiale di un 60enne e lo uccide

Il vetro della plafoniera è andato in frantumi e un grosso frammento gli avrebbe trafitto il braccio e tranciato di netto l’arteria brachiale. A quel punto si è innescata una emorragia fluviale che ha portato la vittima a perdere litri di sangue in pochi minuti. L’uomo era solo al momento dell’incidente nel capannone e i soccorsi da lui stesso allertati dopo che è riuscito a portarsi fuori dal capannone sono stati celeri ma vani: la velocità di deflusso del sangue da una grande arteria madre è stata purtroppo superiore alla velocità del mezzo degli uomini del 118 ed alla solerzia del suo equipaggio. La vittima, secondo quanto riferiscono i media locali, lascia una moglie e due figli.

Cade una plafoniera e uccide un 60enne: capannone sequestrato e accertamenti della Procura

La magistratura competente, quella di Napoli Nord, ha immediatamente disposto tutti gli accertamenti del caso sul capannone ed ha provveduto al sequestro cautelare del medesimo. Questo per consentire alla magistratura di effettuare i rilievi per mezzo dei carabinieri della territoriale. Una volta fissato un ipotetico quadro probatorio di insieme non è escluso che dagli uffici della procura possano partire atti mirati e miranti all’accertamento di eventuali responsabilità terze che al momento non sono comunque censite.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli