La trasmissione Cartabianca esplora la galassia no vax e i gruppi più attivi e bellicosi sui social

·1 minuto per la lettura
Il logo dei GuerrieriV_V
Il logo dei GuerrieriV_V

Alcuni gruppi di No Vax lo spiegano chiaramente nella messaggistica fatta arrivare al loro obiettivo: “Ecco perché attacchiamo Bassetti, bastardo pezzo di m***”. Altri gruppi si dissociano dalle minacce all’infettivologo genovese, ma non derogano dalla loro linea anti vaccino e no green pass.

No Vax: “Bassetti bastardo”, su Rai 3 parlano i “Guerrieri” che però si dissociano dalle minacce

Gruppi come i Guerrieri V_V, che su Facebook hanno uno spot privato e che sono stati chiamati a dire la loro nella trasmissione Cartabianca su Rai 3. Nello studio di Bianca Berlinguer sono stati presentati gli slogan del gruppo, che osteggia le istituzioni politiche e sanitarie e le accusa di aver instaurato un “regime nazi-sanitario”.

“Bassetti bastardo”, il mantra barbaro dei No Vax che minacciano il camice bianco

“In nome della libertà”, come recita il loro mantra, in trasmissione ha parlato il leader, con volto e voce travisati: “Siamo tutto quello che è l’opporsi al fatto che ci tolgono il diritto di dire no. I vaccini uccidono. Il tuo Green pass equivale al nazismo“. Dal canto suo la portavoce del gruppo Barbara Punzi ha ribadito quei concetti ma ha preso le distanze dalle minacce a Bassetti: “Noi ci dissociamo”.

La chat di Bassetti e i messaggi dei No Vax: “Bastardo, che tu sia maledetto e tutta la tua famiglia”

Minacce che invece ad opera di altri gruppi e singoli, sono ormai tante e truci: “Voglio parlare con te, grandissimo bast***o di Bassetti. Sei un nazista e comunista, che tu sia maledetto e tutta la tua famiglia”. E ancora: “Sei un pezzo di m***a, ti veniamo a prendere”. Oppure, in chiosa minacciosa: “Qualche amico fidato ce l’abbiamo anche a Genova, pensi alla famiglia“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli