La tua zampa, la mia mano: si celebra Giornata cane guida non vedenti

Cro-Mpd

Roma, 15 ott. (askanews) - Sono in corso in questi giorni in tutta Italia le celebrazioni per la XIV Giornata Nazionale del Cane Guida promossa dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (UICI), sotto lo slogan "La tua zampa, la mia mano ... La nostra storia". Una grande iniziativa di sensibilizzazione per instaurare un dialogo permanente con tutti i cittadini e con le pubbliche amministrazioni e riaffermare l'utilità dei cani guida per ciechi e la necessità di potenziare le scuole di addestramento, in un incontro di gioia e condivisione tra cani, conduttori e cittadini.

Tra i momenti più salienti, l'iniziativa a Palazzo Giustiniani con la Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che oggi ha ricevuto una delegazione di non vedenti accompagnati dai loro cani guida e rappresentanti di Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti nazionale e sezione Roma. L'incontro, guidato dal Presidente nazionale Mario Barbuto e dal Presidente di UICI Roma, Giuliano Frittelli, si è svolto al termine di un itinerario-corteo per il centro città che ha voluto evidenziare i problemi di mobilità delle persone con deficit visivo e stimolare una maggiore cultura dell'accoglienza e del rispetto delle regole. Nel corso dell'incontro, Unione iItaliana Ciechi e Ipovedenti ha consegnato alla Presidente del Senato il Decalogo sui comportamenti da tenere in presenza di un cane guida per ciechi con un approfondimento sui diritti di accesso delle persone non vedenti. In Italia si registrano, infatti, molti episodi in cui al cane guida e di conseguenza al suo conduttore cieco, è impedito di salire su un autobus o su un taxi, di accedere a un luogo pubblico o di soggiornare in un albergo, malgrado quanto previsto dalla legge. Per ricordare queste regole Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Roma, in collaborazione con Atac Mobilità, ha lanciato una campagna di audiospot trasmessi per tutta la settimana nelle stazioni della metropolitana di Roma.

(Segue)