La variante Delta riaccende il dibattito sulle mascherine negli Usa

·1 minuto per la lettura

AGI - La variante Delta del coronavirus, confermata ormai in tutti gli Stati Uniti, riaccende il dibattito sulle mascherine mentre la Casa Bianca studia un nuovo piano per scongiurare una nuova impennata di contagi. La scorsa settimana, la contea di Los Angeles ha raccomandato a tutti di indossare le mascherine al chiuso, anche se pienamente vaccinati, per l'alta trasmissibilità della variante Delta, in linea con quanto indicato dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Ma i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), le autorità sanitarie americane, confermano le linee guida, segnalando che le persone immunizzate sono "al sicuro" rispetto alla variante Delta e quindi non hanno bisogno di coprirsi naso e bocca. "Se si è vaccinati si è coperti", ha rimarcato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, "i vaccini sono efficaci".

Gli studi recenti mostrano come con la doppia dose di vaccini Pfizer e Moderna, la copertura rispetto alla variante Delta si aggiri intorno all'88%. Il siero monodose Johnson & Johnson appare lievemente meno efficace "ma al momento non vi sono prove sul fatto se sia necessaria una seconda dose anche per J&J contro la variante Delta", rassicura Rochelle Walenski, capo dei Cdc.

La maggioranza degli americani è ormai vaccinata contro il Covid-19 anche se il presidente Biden non riuscirà a centrare l'obiettivo del 70% entro il 4 luglio, giorno dell'Indipendenza.

Ma questo non cambia i piani della Casa Bianca che domenica ospiterà un migliaio di invitati (tutti vaccinati e sottoposti al test effettuato 3 giorni prima). "Siamo tranquilli sul fatto che si possano confermare sia l'evento alla Casa Bianca - dice Psaki - e SIA le celebrazioni nelle case degli americani il 4 luglio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli