La variante Delta spaventa l'Europa, tornano le restrizioni

·3 minuto per la lettura
Variante Delta e restrizioni turismo
Variante Delta e restrizioni turismo

Mentre prosegue senza sosta la campagna vaccinale, la variante Delta si sta diffondendo rapidamente in Europa, costringendo molti Paesi ad adottare nuove restrizioni. I più colpiti sono Spagna, Portogallo, Austria e Grecia.

Variante Delta e nuove restrizioni: Francia

Venerdì 16 luglio in Francia sono stati registrati più di 10 mila casi. Preoccupano in particolare le regioni al confine con la Spagna. Per questo la prefettura ha annunciato in un comunicato che sui Pirenei orientali sarà obbligatorio indossare la mascherina all’aperto da sabato 17 luglio a lunedì 2 agosto. Fanno eccezione le spiagge e i grandi spazi naturali. Torna anche il divieto di consumare bevande alcoliche in strada e negli spazi antistanti bar e ristoranti. Nel dipartimento, infatti, il tasso di incidenza ogni 100 mila abitanti è passato dai 12,7 casi del 2 luglio ai 129,9 del 12 dello stesso mese.

Il governo francese ha inoltre introdotto l’obbligo del pass sanitario per accedere a ristoranti, caffè e trasporti di lunga percorrenza, come treni e aerei.

Variante Delta e nuove restrizioni: Grecia

Diversi focolai di Covid-19 sono stati trovati anche in Grecia, dove almeno una decina di italiani sono rimasti bloccati. Alcuni concerti e feste in spiaggia sono stati annullati nel Paese, tra questi anche quello del Dj Sven Vath, che avrebbe dovuto esibirsi il 23 luglio a Mykonos. “Dal momento che il governo ha introdotto nuove norme per gli eventi così da evitare al trasmissione del Covid, il concerto del 23 luglio con Sven Vath e Gerd Janson è stato annullato”, ha scritto su Instagram la Santanna X Rose Beach, che avrebbe dovuto ospitare la serata.

A Mykonos da lunedì 26 luglio tornerà inoltre in vigore il coprifuoco notturno dall’1 alle 6 a causa di una “preoccupante” impennata di contagi tra gli abitanti. Tra le altre restrizioni, il divieto per bar, ristoranti e discoteche di diffondere musica.

Variante Delta e nuove restrizioni: Spagna

I casi crescono tra i giovani in Spagna. Nella fascia di età 20-29 e tra gli adolescenti si sono raggiunti i 1000 casi ogni 100 mila abitanti. In Catalogna si registra una delle situazioni più difficili. A Barcellona è stato reintrodotto il coprifuoco notturno tra l’1 e le 6, in vigore dal weekend del 17 luglio fino a venerdì 23 dello stesso mese. La restrizione riguarda 161 comuni con più di 5 mila abitanti, nei quali in una settimana si è registrata un’incidenza di oltre 400 casi ogni 100 mila abitanti. Il rischio è che la stagione turistica, fondamentale per l’economia della regione, venga definitivamente compromessa.

Variante Delta e nuove restrizioni: Austria

In Austria i contagi sono triplicati nel giro di sette giorni. Per entrare in hotel, ristoranti e locali notturni è stato introdotto l’obbligo di mostrare il pass sanitario e farsi registrare con nome e cognome.

Variante Delta e nuove restrizioni: Portogallo

In Portogallo rimane alta l’allerta per la variante Delta. La situazione preoccupa in particolare nelle aree di Lisbona, dove alla mutazione è collegato il 100% dei casi, e di Porto. Per soggiornare in hotel e Airbnb nel Paese è necessario mostrare il pass sanitario. Stessa misura anche per accedere ai ristoranti in 60 comuni, tra i quali proprio Lisbona e Porto. Nelle due città è tornato inoltre in vigore il coprifuoco dalle 23 alle 5, con limitazioni agli orari di bar e ristoranti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli