La vergogna della Chiesa per l'ultimo rapporto sulla pedofilia in Francia

·1 minuto per la lettura

All'udienza generale del mercoledì Papa Francesco non ha potuto non commentare il rapporto sulla pedofilia della Chiesa in Francia.

Un profondo sentimento di vergogna

"Desidero esprimere alle vittime la mia tristezza, il mio dolore per i traumi che hanno subito e anche la mia vergogna, la nostra vergogna - ha detto Francesco - la troppo lunga incapacità della Chiesa di metterla al centro della sua preoccupazione. E prego, preghiamo insieme tutti, a te Signore la gloria a noi la vergogna: questo è il momento della vergogna. Incoraggio i vescovi, i superiori religiosi e voi cari fratelli a condividere questo momento e continuare a compiere tutti gli sforzi affinché drammi simili non si ripetano. Esprimo ai sacerdoti francesi vicinanza e paterno sostegno davanti a questa prova che è dura, ma è salutare. Invito i cattolici francesi ad assumere le loro responsabilità per garantire che la Chiesa sia una casa sicura per tutti".

Un impatto indelebile

L'impatto di questo nuovo svelamento degli abusi sui minori in Francia pone la Chiesa in una situazione di prosternazione davanti alle migliaia di abusati, molti dei quali non hanno avuto giustizia. La commissione indipendente voluta dai vescovi di Francia sulla pedofilia ha cercato di definire nell'ambito del possibile i crimini commessi in 70 anni

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli