La versione dell'Ue sulla questione dei vaccini extra ordinati dalla Germania

·1 minuto per la lettura

AGI - "A quanto sappiamo il negoziato in corso" tra la Germania e Pfizer-BioNTech "sulle 30 milioni di dosi rientrano nel contesto delle ulteriori 100 milioni di dosi" 'opzionate' dall'Ue oltre ai 200 milioni di vaccini oggetto del contratto. Lo ha detto Stefan de Keersmaecker, portavoce della Commissione europea. "Quando abbiamo adottato la strategia sui vaccini abbiamo deciso di lavorare assieme per avvantaggiarci del valore aggiunto" di una comunità "di 450 milioni di persone e 27 Stati" e "questo è il principio che stiamo applicando e che è condiviso largamente dagli Stati membri", ha aggiunto il portavoce.