L'Abbate (M5s): plastic tax porterà a cambio paradigma

Rea

Roma, 4 nov. (askanews) - "Le polemiche di questi giorni su quella che viene chiamata plastic tax non hanno fondamento. Una polemica che nasce per fini elettorali di pochi e che vede la sua ratio nella direttiva europea sulla riduzione della plastica". A dichiararlo è la capogruppo M5s in commissione ambiente al Senato, Patty L'Abbate.

"Basta guardare al di fuori dei confini nazionali per rendersi conto di come i paesi europei stiano affrontando il problema della plastica monouso. Puntare sulla riconversione e sostenere le imprese che lavorano con le bioplastiche è possibile con provvedimenti che non svantaggiano produttori e consumatori. In questi mesi si è parlato tanto dei numeri derivanti dalla plastica, dell'inquinamento dei nostri mari, di quanto i paesi stiano investendo sull'ambiente. L'incoerenza - continua L'Abbate - come sappiamo è dietro l'angolo. Perché quando c'è un provvedimento che può dare una spinta verso l'economia circolare siamo subito pronti a fare terrorismo psicologico, ingannando gli italiani. Ai detrattori di questo provvedimento chiedo: siete mai stati in un sito di stoccaggio dei rifiuti? La risposta alle vostre perplessità è tutta lì. Come ha detto stamane Luigi Di Maio, 'l'ambiente lo promuovi facendo delle scelte'. In questo Paese ci sono troppi ecologisti a orologeria. Il Paese - conclude L'Abbate - dopo anni di immobilismo sta cambiando passo e guardando a un futuro diverso, sostenibile e che investirà risorse sulla riconversione industriale".