L'accusa contro Trump:"Chiese interferenza straniera in Usa 2020"

A24/Pca

New York, 26 set. (askanews) - "Nel corso del miei doveri, ho ricevuto da diversi funzionari governativi statunitensi la notizia che il presidente statunitense [Donald Trump, ndr] ha usato il potere del suo ufficio per sollecitare interferenze di un Paese straniero nelle elezioni del 2020". Questo il passaggio principale del reclamo presentato da un funzionario dell'intelligence, riferito alla telefonata tra Trump e il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, dello scorso 25 luglio. Il contenuto del reclamo è stato reso pubblico poco fa dalla commissione Intelligence della Camera statunitense.